Edizione 2022

10° edizione del premio Antonio Russo

Dopo 10 anni di sospensione per cause organizzative, sulla spinta che arriva dal mondo giornalistico oltre  che dalla stessa comunità francavillese, amplificata sicuramente dall’attuale drammatico conflitto in Ucraina e dai diversi focolai nel mondo, la Fondazione Antonio Russo intende promuovere la 10° edizione del Premio Nazionale sul Reportage di Guerra, dedicata alla memoria del reporter abruzzese, Antonio Russo, ucciso in Cecenia il 16 ottobre del 2000 e, così, far ripartire l’evento con cadenza annuale.

Il Premio, istituito per volontà di Beatrice Russo, madre del giornalista scomparso, ha la dichiarata finalità di raccogliere l’eredità di pensiero e di azione del reporter, promuovendo iniziative volte alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul duplice problema del ruolo dell’informazione nei teatri di guerra e della tutela dei diritti umani nei territori colpiti dai conflitti.

La 10° edizione del Premio Giornalistico Nazionale sul Reportage di Guerra si terrà il 29 ottobre nella splendida cornice del Palazzo Sirena di Francavilla al Mare (CH), in Abruzzo. La direzione artistica dell’evento è a cura di Peppe Millanta.

Il 2022 è un anno che purtroppo passerà alla storia per il conflitto russo-ucraino. Molti i giornalisti che hanno coperto l’Ucraina, Paese di scontro bellico, e raccontato questo evento di portata epocale. Ecco perché è importante tornare a parlare di informazione nei teatri di guerra e del ruolo dei media e dei reporter in questo contesto. Per quest’anno sono cinque le sezioni all’attenzione di una giuria dedicata: carta stampata, televisione, fotografia, podcast e memoria.

Saranno presenti colleghi di caratura nazionale che ripercorreranno e commenteranno la vita di Antonio Russo, facendo il punto sull’evoluzione della professione del giornalista di guerra. Inoltre, l’evento intende ospitare un incontro con le scuole. Di seguito la bozza di programma. Come per le precedenti edizioni, i premi per i giornalisti saranno realizzati del maestro orafo abruzzese Italo Lupo, che si ispira all’opera dell’artista Pablo Picasso “Guernica”. L’organizzazione del Premio è a cura dell’agenzia di comunicazione Mirus.

Programma

Palazzo Sirena

Francavilla al Mare

Antonio Russo, storia di un reporter di guerra

Jacopo Ottenga – Rai Play Sound
Francesco Semprini – La Stampa

Modera: Paolo Di Giannantonio – Giornalista televisivo

Stefano Pallotta – Presidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo
Simone Gambacorta – Vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo

Modera: Evelina Frisa – Giornalista

Jacopo Ottenga – Rai Play Sound

Modera: Evelina Frisa – Giornalista

Proiezione videointerviste ad Antonio Russo

Saluti della giuria

Alessio Falconio – Direttore Radio Radicale

Presenta:
Paolo Di Giannantonio – Giornalista televisivo

Intervento musicale:
Setak, cantautore

Reading:
Lorenza Sorino, attrice – Lettera di una madre, Beatrice Russo

Regolamento

  1. Il Premio prende il nome da Antonio Russo, giornalista free lance ucciso in Georgia il 16 ottobre 2000.

     

  2. Le finalità sono quelle di tenere viva la memoria del giovane giornalista e di premiare, ogni anno, quegli operatori dell’informazione che si sono particolarmente distinti per la loro attività nei territori di guerra o per il contributo di verità dei loro servizi giornalistici.

     

  3. All’organizzazione del Premio presiede la stessa Fondazione Russo che nomina una giuria preposta alla scelta dei vincitori. La giuria è composta da giornalisti e reporter professionisti.

     

  4. Il premio è riservato a servizi e inchieste giornalistiche che trattino temi relativi  a cronache di guerra e alla tutela dei diritti umani nel mondo.

     

  5. Sono previste le sezioni: carta stampata, tv, radio,  fotografia, memoria.

     

  6. Tutti i materiali dovranno essere inviati a: info@premioantoniorusso.itSegreteria Organizzativa Premio Antonio Russo, c/o agenzia Mirus, via delle Caserme 85 65125 Pescara.

     

  7. I servizi e gli articoli dovranno indicare la sezione relativa e dovranno essere corredati da una breve biografia dell’autore e da una sinossi del contenuto. Potranno partecipare anche servizi presentati non direttamente da un autore, ma dalle redazioni.

     

  8. I premi saranno attribuiti secondo l’insindacabile giudizio della Giuria e tutte le opere pervenute non verranno restituite e verranno conservate nell’archivio del Premio Russo.

  9. I video contenuti presso l’archivio potranno essere proiettati e montati in miscellanee con scopi didattici, seminariali, convegnistici e di studio.

10° Premio Giornalistico Nazionale sul Reportage di Guerra – Antonio Russo

Rimani connesso, seguici su:

SABATO 29 OTTOBRE 2022
Palazzo Sirena – Francavilla al Mare

 

info@premioantoniorusso.it

favicon

@Copyright 2022 Premio Russo 2022 - Privacy Policy - Cookie Policy - Designed by Mirus